REPARTO

CRANIO-MAXILLO-FACCIALE

Le patologie più frequenti sono i tumori dei tessuti molli. I tumori possono interessare cervello, cavità nasale e seni paranasali, meato uditivo esterno, orecchio medio, meato uditivo interno o cavo orale. La patologia benigna è altrettanto ampia in termini di: polipi a carico delle cavità nasali, deviazione del setto nasale, ostruzione del sacco lacrimale, lesione del timpano, lesione degli ossicini dell’udito, calo dell’udito, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare, malformazioni della mandibola e della mascella, ottavi inclusi, implantologia dentale. Il neurocranio protegge l’encefalo, mentre lo splancnocranio protegge il sacco lacrimale, le cavità orbitarie, nasali e buccali. Il rachide ha funzione di sostegno per la testa e per il tronco. I tumori al rachide sono generalmente metastasi di tumori primitivi a carico di tiroide, polmone, mammella, prostata. Più frequente è la patologia benigna: ernia discale e stenosi del canale epidurale.

cranio

DISTRETTO

CRANIO

Sia in caso di patologia benigna sia in caso di tumori, il chirurgo deve demolire i tessuti ossei che proteggono i tessuti molli da asportare. Durante le operazioni di demolizione del tessuto osseo, mediante l’impiego di trapani a filo, il chirurgo può riscontrare una serie di problemi: ridotta capacità di asportazione, generazione di vibrazioni, imprecisioni, ridotta irrigazione, surriscaldamento, rischio di osteonecrosi e di infezione.

rachide

DISTRETTO

RACHIDE

Sia in caso di patologia benigna sia in caso di tumori, il chirurgo deve demolire i tessuti ossei che proteggono i tessuti molli da asportare. Durante le operazioni di demolizione del tessuto osseo, mediante l’impiego di trapani a filo, il chirurgo può riscontrare una serie di problemi: ridotta capacità di asportazione, generazione di vibrazioni, imprecisioni, ridotta irrigazione, surriscaldamento, rischio di osteonecrosi e di infezione.